PHYSICAL THEATRE

RACCONTARE CON IL CORPO
 
Workshop intensivo
a cura di Gabriele Colferai
 
MODALITÀ DI ACCESSO
Workshop rivolto ad attori/danzatori/registi/coreografi allievi e professionisti.  
    
FREQUENZA
Sabato 28 e Domenica 29 Marzo 2020
ore 14.00-20.00

 
OBIETTIVI E CONTENUTI
È una disciplina artistica tra danza e teatro molto diffusa negli UK. 
Il corpo e il movimento sono alla base della narrazione. Con un limitato uso della parola il physical theatre riesce ad esprimere molto efficacemente idee e stati emotivi. Spesso i temi trattati riguardano la condizione umana, le relazioni e le problematiche sociali e culturali del nostro tempo. 
 
Elemento distintivo è il devising (creazione collettiva), i performers sono co-creatori dello spettacolo insieme al regista. La performance prevede la contaminazione di varie discipline come musica, visual art, mimo. Utilizzando linguaggi diversi dalla parola il Physical Theatre provoca un impatto emotivo molto forte sul pubblico.
(compagnie teatrali di riferimento Gecko http://geckotheatre.com e DV8 https://www.dv8.co.uk)
 
Il workshop è rivolto a danzatori, attori e giovani coreografi e registi.
Il programma è concepito per affrontare gli aspetti principali del physical theatre:
 
  • ensemble work: come creare un ensemble, scoprirne i meccanismi e sperimentare i suoi diversi ruoli rispetto alla narrazione
  • linguaggio: come creare un linguaggio fisico riconoscibile dallo spettatore, espressivo a livello emotivo e capace di raccontare la storia.
  • devising: dal seme al frutto, come creare materiale a partire da un’idea, come migliorarlo e assemblarlo fino ad arrivare alla performance finale
  • props e musica: esplorare ruolo di musica ed oggetti di scena nella narrazione
 
Il lavoro sarà svolto in modo che i partecipanti sperimentino il lavoro da due punti di vista: 
quello del “performer”, per scoprire da dentro opportunità e insidie di questa forma espressiva; quello del “facilitator”, cioè colui che dall’esterno aiuta i performer nella creazione del materiale, lo rifinisce in vista del prodotto finale. 
 
Si consiglia di indossare indumenti comodi (tuta) e calze o scarpette antiscivolo.
Portare penna e quaderno per appunti.
 
 
GABRIELE COLFERAI
Attore e Regista, diplomato alla East15 di Londra (Master in Theatre Directing). Dopo aver lavorato come attore per 7 anni in Italia si trasferisce a Londra per continuare la sua carriera da regista. Ha curato la regia di 6 spettacoli (“Il Vizio dell’amore”, “Norway Today”, “La Ronde”, “Cabin Fever”, “La Belva Giudea”, “Feroci”). 
Esperienze internazionali al fianco di importanti registi, come “Hamlet” in Giappone diretto da John Caird. 
Ha avuto molteplici esperienze alla guida di workshop e corsi di recitazione (ultime esperienze: Workshop su Shakespeare e insegnante presso MTS). Ultima esperienza da attore in “Crave” di Sarah Kane diretto da Pierpaolo Sepe. Al teatro affiance anche la sua attività di Casting Director per Cinema e Serie Tv.