MILANO PERFORMING LAB

MILANO PERFORMING LAB 
rivolto ad attori, danzatori, musicisti, cantanti e artisti 
Progetto e regia di Alberto Oliva
da novembre a maggio 2015
giovedì ore 19.00/22.00
inizio corso Giovedì 27 novembre 2014

Presentazione e Provini 
Sabato 8 novembre ore 14.00/20.00
prenotazione telefonica 
 
A Milano, si sa, le cose belle sono nascoste. Il primo impatto con la metropoli è sempre traumatico, ma poi pian piano, per chi sa cercare, si scoprono tantissimi luoghi meravigliosi, pieni di vita e di entusiasmo. 
E’ lì che vogliamo portare il teatro, per trovare un nuovo rapporto con il pubblico e con lo spazio scenico che sveli un’intimità e una verità che spesso non si raggiungono sui palcoscenici tradizionali. 
La partecipazione al laboratorio è aperta ad attori, danzatori, musicisti, cantanti e a tutti gli artisti che vogliano mettere la loro creatività in sinergia con le altre discipline. 
L’obiettivo è quello di raccontare il rapporto con la città attraverso scene corali, monologhi, coreografie ispirati a testi classici (Manzoni, Buzzati, Testori, Gadda, Porta e tanti altri) e testi originali creati dai partecipanti durante il laboratorio, sotto la guida del regista Alberto Oliva. 
Tutti i materiali prodotti durante il percorso attraverso improvvisazioni, esercizi, letture e confronti prenderanno vita in un festival di tre giorni, itinerante nella città di Milano, in gallerie d’arte, open spaces, librerie indipendenti, biblioteche, cortili e giardini, ma anche locali, tutti connessi fra loro da percorsi che condurranno il pubblico e gli attori dall’uno all’altro. Verrà sviluppata e allenata l’attitudine alla performance, all’improvvisazione come capacità di adattamento di un materiale teatrale a spazi diversi e a rapporti diversi con il pubblico, con l’obiettivo di consentire ai partecipanti di misurarsi con la creazione artistica di un modello di spettacolo performativo.

ALBERTO OLIVA. Laureato in Scienze dei Beni culturali e diplomato in regia alla Scuola d’Arte drammatica Paolo Grassi nel 2009. E’ assistente alla regia, fra gli altri, di Serena Sinigaglia, Carmelo Rifici, Andrée Shammah, Paolo Bosisio. Collabora con il Teatro Giacosa di Ivrea, dove realizza gli spettacoli "Garibaldi, amore mio" di Maurizio Micheli (2010), "Il Ventaglio" di Goldoni (vincitore del Premio Sipario/Associazione Nazionale Critici 2012), Il mercante di Venezia (2012) ed "Enrico IV" di Pirandello (2014).Con l’attore Mino Manni fonda l’Associazione I Demoni, con cui realizza il Progetto Dostoevskij. Nel 2012 vince il Premio Internazionale Luigi Pirandello come regista emergente. Nel novembre 2013 esce per Atì editore il suo primo libro, "L’odore del legno e la fatica dei passi. Resto in Italia e faccio teatro". Cura la rubrica "Anime Nascoste" sul quotidiano Il Giorno, da cui nasce questo laboratorio.Nella stagione 2014/2015 sarà presente in diversi teatri milanesi e nazionali, fra cui il Teatro Out Off con cui realizzerà lo spettacolo Mozart e Salieri da Puskin.