WORKSHOP SUL METODO SUZUKI PER ATTORI

con MATTIA SEBASTIAN GIORGETTI

10 Novembre 2018
ore 16.00-19.00
ore 20.30 spettacolo
TEATRO OUT OFF


La potenza espressiva, l’uso della voce e la concentrazione. 
Scoprire una sensibilità interiore. L’energia primitiva. La voce del corpo e il silenzio.

Sviluppato dal regista di fama internazionale Tadashi Suzuki, l’obiettivo principale del Metodo Suzuki è il ripristino della totalità del corpo umano attraverso il contesto teatrale e la scoperta  delle capacità espressive innate dell’attore.
Una disciplina fisica rigorosa, costruita anche attraverso influssi diversi come il balletto, il teatro tradizionale giapponese e greco, le arti marziali, che mira ad aumentare la potenza e l'impegno emotivo e fisico dell’attore.
 
Dal libro Culture is the Body di Tadashi Suzuki: “Il metodo consiste nell’enfattizzare la comunicazione del corpo con il terreno per recuperare la consapevolezza di tutte le funzioni fisiche del corpo e di sviluppare la concentrazione attraverso il controllo del respiro.
Da tempi recenti tendiamo a trattare l’espressione facciale come l’aspetto più importante della recitazione. Le persone sembrano credere che sia possibile leggere l’anima di qualcuno solo guardando la sua espressione del volto. Questo è il motivo per cui la televisione e il cinema si servono costantemente di primi piani, ma possiamo affermare con certezza che se si vuole percepire la presenza umana di una persona e il suo carattere, il modo migliore è di guardarne tutto il corpo. E ciò perché noi captiamo la presenza dell’altro ‘e la natura di tale presenza’ dalla quantità e qualità di energia sprigionata dal suo corpo.
Oltre a imparare a usare la voce con potenza espressiva, gli attori imparano a far parlare il proprio corpo anche quando stanno in silenzio.”

A seguire, si assiterà alla messa in scena dello spettacolo
SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
da William Shakespeare


Il progetto nasce in colaborazione con IULM - Libera università di Lingue e Comunicazione.