laboratorio di regia

Corso Intensivo – Elementi di base
 
Condotto da OMAR NEDJARI
 
E’ previsto l’intervento di un light designer e di uno scenografo.
 
ACCESSO
Il Laboratorio è aperto a chiunque voglia acquisire elementi base di regia indispensabili per costruire ed allestire uno spettacolo teatrale.
 
FREQUENZA
32 ore di formazione

 17 e 18 Novembre 2018 / 1 e 2 Dicembre 2018
Sabato e Domenica dalle ore 10.00 alle ore 19.00


OBIETTIVI E CONTENUTI
Le lezioni saranno suddivise in una parte teorica e in una parte pratica.
 
Parte teorica:
  • Primo approccio al testo: come scegliere un testo, come leggerlo per capirne le potenzialità, come individuare il materiale nascosto fra le righe che permette al regista di rendere il testo attuale.
  • La seconda lettura: come verificare le proprie ipotesi drammaturgiche sul testo scelto, come seguire la strada che si è individuata alla prima lettura e come scoprire se quella strada è percorribile.
  • Uso dello spazio: la capacità del regista di organizzare gli attori perché costruiscano con il loro movimento uno spazio espressivo, che diventi parte di quel che si sta raccontando.
  • Le luci: grazie al supporto di un light designer professionista si potranno dedicare alcune ore allo studio delle luci e come il regista potrà usarle.
  • La scena e i costumi: grazie al supporto di uno scenografo professionista, si potranno dedicare alcune ore allo studio dell’allestimento, e a come il regista deve relazionarsi con i collaboratori.
  • Riflessioni: perchè fare il regista e che ruolo ha oggi nel teatro mondiale e italiano.
 
Parte pratica:
Analisi e prove di un testo, scelto dal partecipante, attraverso concreti esercizi di direzione. Gli allievi avranno la possibilità di dirigere alcuni attori e, guidati dall’insegnante, affronteranno le problematiche di comunicazione (tra regista e attore) come, ad esempio, far vivere o rivivere una propria idea registica attraverso un’altra persona, l’attore.
  • Lettura a tavolino con gli attori: l’approccio che si è deciso di seguire sul testo scelto, come  spiegarlo agli attori.
  • Indicazioni agli attori: quale strada seguire per agevolare gli attori nella comprensione del criterio scelto.
  • Costruzione del personaggio: quando suggerire e quando lasciare l’attore libero di scegliere che metodo  seguire nella creazione del proprio personaggio.
  • Organizzazione dello spazio: come costruire una scena, suggerendo all’attore come muoversi nello spazio o come riuscire a portare l’attore a seguire un’idea senza costringerlo ad agire in modo automatico.
     
Verrà distribuito  agli allievi  materiale didattico a supporto del corso e sarà rilasciato un attestato di partecipazione.


MATERIALE E PREPARAZIONE
I partecipanti devo portare un testo teatrale a propria scelta su cui lavoreranno con gli attori. Il testo deve prevedere un massimo di 4 personaggi.
 
Sei giovani attori saranno a disposizione degli allievi registi per le prove pratiche.
 



OMAR NEDJARI
Attore, drammaturgo e regista. Si forma alla scuola del Centro Teatro Attivo e al corso “Masterclass” al Piccolo Teatro di Milano dove studia con Peter Stein, Lev Dodin, Luìs Pasqual, Luca Ronconi, Ute Lemper, Andrea Jonasson, Carmelo Rifici, Serena Sinigaglia.
Inizia la sua carriera come attore diretto da Gianfranco de Bosio, Fabio Battistini, Serena Sinigaglia, affianco ad attori e artisti quali Giulia Lazzarini, Marcello Bartoli, Franca Nuti, Giancarlo Dettori, Marise Flach.
Lavora come assistente alla regia con Luca Ronconi, Gianfranco de Bosio, Fabio Battistini, Serena Sinigaglia, Marco Rampoldi. Scrive e mette in scena gli spettacoli della compagnia Formelinguaggi e dirige attori come: Antonio Zanoletti, Ruggero Dondi, Anna Priori, Michele Bottini.
Nel 2005 è vincitore del premio Ernesto Calindri per la drammaturgia. 
Dirige la lettura scenica di “Chinglish” di Henry Hwang, al Piccolo Teatro Grassi di Milano, che diventerà uno spettacolo nel 2017 per la produzione del Teatro Carcano. Dirige lo spettacolo “Orestes – Orestea Ricomposta , Eschilo, Sofocle, Euripide” prodotto da Proxima Res e Università Statale di Milano, con Mariangela Granelli, Francesca Porrini ed Enrico Ballardini, presentato al Teatro Atir Ringhiera.